martedì 19 febbraio 2013

DI QUELLO CHE DAVVERO E' IMPORTANTE

entri in casa, la sera, e ti accolgono il silenzio. e il buio. e ti sembra tutto così solitario, così desolato. senza la propria ragion d’essere. così, la casa è senza la propria ragion d’essere. sarà che è appena successo, ti dici. sarà che ti devi abituare, ti dici. sarà che poi migliora, ti dici. ma così la casa è vuota. senza un senso. senza il proprio centro. senza quella presenza che dà valore e significato a tutto il resto. dove prima c’era il fulcro di tutto, ora si staglia il vuoto. il nulla. il nihil. il nada.  
è dura da reggere. davvero dura. una casa senza divano, è davvero dura.

63 commenti:

  1. POLTRONA IS THE WAY.

    Per un attimo ti avevo preso sul serio!

    RispondiElimina
  2. "l'erba e' alta ormai lo soooooooooooooooooooooooooo/e dovrei potare iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiil melo/(tan tan tan)/quanta polvere che c'eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee'/dentro casa e' tutto/uuuuuuuuuuuuuuun velooooooooooo" (cit.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "la cucina guarda che cos'èèèèèèèèèèè quanti piatti sporchi da lavareeeeeeeeeeeee "

      Elimina
  3. anche un divano senza casa. è dura da reggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un divano si regge sempre per quantunque, olli!

      Elimina
    2. certo...e infatti ho detto è durA da reggere. la casa. il divano. il divano. la casa.
      una frase che si rigira su se stessa, K :D

      Elimina
    3. drogarsi meno, olli, drogarsi meno.
      (e drogarsi tutti!)

      Elimina
    4. è che sono nuova...al culto del K.
      Questo mi provoca strani effetti collaterali.
      Magari col tempo riuscirò a scrivere un commento sensato. Magari. :P

      Elimina
    5. culto del K.
      consideratemi osservante non praticante.

      almeno tu però non dimetterti, ok?

      Elimina
    6. dimettersi il K? giammai!

      Elimina
  4. Naturalmente sono sempre i migliori ad andarsene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu hai sempre troppa ragione, mare, troppa.

      Elimina
    2. Io mi ci sto abituando ad essere viziata così da te, eh!

      Elimina
    3. tu smettila di dire cose giuste, e vedrai che ti disabituo subito. :-D

      Elimina
    4. Che bello quando gli uomini rimettono le donne al loro posto! :D

      Elimina
    5. Poesia.

      Un nuovo modello di vita: Giannini e la Melato in Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto.

      Elimina
    6. kovalski e la mareva travolti da un'insolito destino nel nero blog di febbraio.
      fichezza assoluta.

      Elimina
    7. Quando si è belli c'è poco da fare.

      Elimina
    8. ma "belli belli belli in modo assurdo" (op. cit.)

      Elimina
  5. Io un divano grande grande ce l'ho. Pronta a sacrificarlo x il k. ( e comunque non si fa così..non si illude chi legge credendo si stia parlando d'amore..tu mi illudi troppo spesso.):-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei sicura? sicura sicura? che rischi che il K si trasferisca sul tuo divano. vedi tu, eh...

      Elimina
  6. Buon k, io il divano non ce l'ho. A casa mia o si sta in piedi, o sdraiati.
    Fa mpo te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. banà, famo che sto in piedi, io, da te. te scoccia?
      :-)

      Elimina
  7. senza divano? giammai. almeno una poltrona, ma di quelle larghe e comode che stringendosi un po' ci si sta anche in due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magra consolazione. anche se larga, pur sempre magra...

      Elimina
    2. meglio di nulla, meglio di nulla..
      però effettivamente il divano..

      Elimina
    3. ecco appunto. che noi mica siamo per le mezze misure. o per i palliativi. noi.

      Elimina
  8. se c'è divano, c'è casa...
    come la scavolini senza lorella...

    RispondiElimina
  9. il divano è l'unità di misura della distanza tra foxcrime e il letto.

    es:
    quella sera feci tardi perché dovetti percorrere 2,7 divani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il divano è la proxy del paradiso al di qua della morte :-)

      Elimina
  10. per me il divano è più importante del letto, perché lo vivo di più. L'altro semplicemente mi accoglie. Il divano no: regge i momenti di relax, quelli che se non stacco un pò dalla vita rischio di staccare la testa a qualcuno, sostiene conversazioni tra me e me, me e lui.
    Però mi avevi illusa, cioè, le prime rige fanno credere che il K abbia un dolore da soffrire, una mancanza umana. E invece no, prevale sempre il K umoristico robot, di ghiaccio. Uff.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e da dove ti viene che non abbia dolori, malinconie e umanitaresimi assortiti, il K? basta leggere, giorgia. le righe. e tra le righe. basta leggere.

      Elimina
  11. Io ne ho due, quindi uno te lo posso dare se vuoi. Quello piccolo però eh.

    RispondiElimina
  12. alla terza riga avevo la lacrimuccia, alla quarta piangevo disperata, alla quinta volevo contattarti per salvarti dal suicidio, all'ultima ...ma vaffan ulo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi. volevi contattarmi. e adesso che invece hai scoperto che son senza divano, mi sfanKuli.
      che tristemondo che mondotriste

      Elimina
    2. se è per questo a me non serve mica il divano...ti sfankulo a prescindere.

      Elimina
    3. una donnina autosufficiente, insomma...

      Elimina
  13. Tragedia.Però...se spostassi il letto nel salotto?(presumo ce l'avessi in salotto,o comunque in cucina) Da divano ad assenza-di-divano a presenza-di-divano-letto,sai che salto di qualità?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio, non che letto-in-salotto faccia poi 'sto figurone... e se invece facciamo che aspetto che torni il divano? :-D

      Elimina
  14. o vedi o vedi quante ne hai illuse???? ILLUDITORE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qua il problema non è illudere, mggammmmmmmore. che quello vien sempre benissimo pare. qua il problema è concretizzare. che tutte chiacchiere e distintivo, qui. :-P

      Elimina
    2. Uff...dai sempre così il K.! Ma magari potresti restar deluso, addirittura potresti uscirne scioccato...che ne sai..=D

      Elimina
    3. deluso ci sta.
      scioccare il K, al netto della bindi, è mooolto dura.

      Elimina
  15. In questo doloroso momento che mette a dura prova la tua stabilità psicofisica (rientrare a casa e stare seduti su una sedia, in effetti, è una punizione tra le peggiori che si possano concepire), ti giungano i miei più sinceri sentimenti di fraterna vicinanza. Detto questo, mi vado a stravaccare subito che anche se ce l'ho mi ha preso un vuoto pneumatico come se l'avessero portato via anche a me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in questo doloroso momento che viene reso ancora più doloroso dal tuo essere stravaccata, vengo lì e mi impossesso di un paio di metri quadri di spazio di stravaccamento. che è la sola cosa che può combattere 'sto doloroso dolore...

      Elimina
    2. Ho un divano k, non un transatlantico! Ma vedo che nel frattempo c'è da festeggiare e mi unisco contenterrima al tripudio generale

      Elimina
    3. con una (tua) notevole sensazione di sollievo, i suppose :-D

      Elimina
  16. hua hua hua... :) senza divano, una birra in piedi, magari con la tv spenta, noooooo! argh!

    RispondiElimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.