martedì 29 gennaio 2013

FINIS TERRAE (la versione per ciku)

... e c'era quell'odore di oceano nell'aria che respiravi a fondo, che respiravi sentendo l'aria entrarti dentro narici, naso, faringe, laringe; la sentivi scendere attraverso trachea, bronchi, riempirti i polmoni, allargare la cassa toracica, spingere il diaframma. e c'era quell'odore di oceano, quell'odore che sai esattamente com'è, nella tua testa, nel tuo ricordo, lo conosci alla perfezione, l'odore d'oceano, ma non sai dirlo, non sai come si faccia a dirlo. e quando ci provi, sfugge, e non lo ricordi esattamente. sai com'è, ma i bordi sfuggono, si mischia un po'. è come quando ad occhi aperti pensi un volto, lo vedi nei tuoi pensieri, un fotogramma, nel tuo pensiero un volto che sai, ma se chiudi gli occhi i lineamenti si confondo, diventano opachi e non lo vedi più, non sai più con precisione com'è il volto che sai. e l’odore d’oceano è uguale, ecco, uguale. è proprio così. c'è quell'odore di oceano che ricordi ma se ci pensi troppo non sai più esattamente com'è. e scorre lungo i bordi, il pensiero di un odore, ed è sempre un passo più in là. ma respiri a fondo, ora, stavi respirando a fondo l'odore dell'oceano, lo sentivi entrarti nei polmoni, allargarti la cassa toracica. una mattina livida, livida di mattina troppo presto, livida della nebbia nebulizzata contro le scogliere. e un vento teso sulla faccia. e il rumore ritmico del frangersi dell'acqua, giù, giù laggiù in fondo, un paio di centinaia di metri laggiù, in fondo, il rompersi ritmico dell'oceano contro la scogliera; e l'odore dell'oceano, il vento teso nella mattina livida in sospensione nebulizzata, opaca di nebbia e luce astratta, e sentire l'oceano frangersi contro centinaia di metri di roccia, sentire laggiù, in fondo, sentire il rompersi ritmico dell'oceano contro la scogliera. impatta, rifluisce, impatta. impatta, rifluisce, impatta. laggiù, in fondo, un paio di centinaia di metri laggiù in fondo, il rumore dell'oceano che si frange contro infinite scogliere nere, il rumore cupo, un accordo che risuona sulla sfondo di tutto, del vento che soffia teso, del tuo essere in piedi su una scogliera, della nebbia nebulizzata che chiude la vista di quella mattina dove finiva un continente, dove la terra terminava, della opaca luce livida, astratta, e respirare l'odore dell'oceano. e sotto a tutto questo, sotto ogni singola cosa, sotto ogni singolo istante, onnipresente, la vibrazione sonora di un accordo che risuonava, l'accordo dell'oceano che si frange contro infinte scogliere nere. e respiravi quell'odore di oceano nell'aria, e sapevi che è quello il rumore che fa un oceano quando respira: è un accordo costante che risuona sotto ogni cosa. risuona, il respiro dell'oceano, risuona...

54 commenti:

  1. adesso il documento è quasi a posto.
    però in fondo devi metterci la cassa obbligatoria al 4%, poi l'iva (al 21% grazie grazie governo) e la ritenuta d'acconto al venti.
    non dimenticare di indicare la scadenza sennò in banca fanno storie, poi Partita IVA e codice fiscale del committente.

    poi per me puoi anche mandare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla parte amministrativa ci pensa la ciku. che a caval donato si fanno i conti... :-D

      Elimina
    2. seee, seeee lei aspetta ancora i 100 mila euri ché alla fine, a decifrare meglio il messaggio, è uscito che avevo ragione!

      Elimina
    3. chiedili a red, i soldi, io dell'amministrazione me ne lavo le mani. si sa, si sa.

      Elimina
  2. e da quando serve l'approvazione?? l'onda lunga di ss? (questo puoi anche non pubblicarlo, vedi tu).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. normalizzazione, genericamente diciamo. va là. :-)

      Elimina
  3. e comunque a me piaceva di più l'altro. senza punteggiatura, che te la metti tu come ti pare. akkazzodicane ma anche no, e se ti va leggi di un fiato altrimenti fai pausa.. così, dico la mia eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e vedi che sei una donna fortunata, tu? che puoi scegliere quella che preferisci. con. senza. fortunata, tu

      Elimina
  4. oh, jezus! rendiamo lode al k e godiamoci appieno lo sciabordio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che gli fai tu a 'sto k.
      che lui le virgole mica le mette per tutti...

      Elimina
    2. @ciku: lode? lode?? io mi aspetto follie per il K, quale cazzo di lode! siamo mica in chiesa a dire i salmi, qua! :-D

      @V, tu nei hai avuti almeno 3 di post del K dedicati, lo sai benissimo. quindi, non far la gelosa, che non puoi proprio permettertelo, non tu. :-)

      Elimina
    3. ogni tanto bisogna cazziarlo, v. due randellate e via

      :-)

      Elimina
    4. ciku, stai prendendo una china molto scivolosa. che a breve ti porterà a ritrovarti ammanettata. alla testata del letto.

      e lasciata lì. non sperare! :-P

      Elimina
    5. bloccata in un letto per giorni e giorni senza nessuno a rompere le balle? america!

      Elimina
    6. chi si accontenta, etc etc etc

      Elimina
  5. aspè aspè aspè.
    sbaglio, o qua si modera??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. normalizzazione, genericamente diciamo. va là. :-)

      Elimina
  6. oh.
    è la prima volta che leggiamo lo stesso libro. praticamente quasi insieme.
    che carini noi.

    ok, stasera sono logorroica.
    la smetto.
    ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché smetterla? continua, tu., che siamo così carini noi quando continui.... :-*

      Elimina
  7. che che? si modera? si moderna?
    ma dove è finita la vostra amica?

    (hanno già detto, ma ribadisco, che apnea. sei un figo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. modera?? normalizzazione, genericamente diciamo. va là. :-)
      e normalizzando, si normalizzan anche le presenze, vedi un po'...

      (detto da te è come essere limonato. bello!)

      Elimina
    2. (stavamo ai preliminari, marghe!)

      Elimina
  8. bello. come al solito fai foto della tua memoria e ce le fai vedere. come al solito catturi e neanche il figlio che chiama ha risposta. bello. ma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma niente...una botta di esseciemmea

      Elimina
    2. vedo che apprendi in fretta. grande, mgg! :-)

      Elimina
  9. Ché tu sei un poeta e io una GRANGREZZA..
    domani andrò in pescheria con una conchiglia gigante sull'orecchio per sentire la puzza del pesce e il rumore del mare :P
    Mi hai fatto venir voglia, K ! :D
    Eh

    RispondiElimina
  10. No, K, no..
    Niente lovtolkin', dai.. ché mi scappa da ridere :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi? appunto.
      esse
      ci
      e
      emme
      a

      adorabile, ma essecieemmea :-*

      Elimina
  11. No, dai. Finisterre o Fisterre, che Finis Terrae è il nome di un blog, cazzo! La cui proprietaria stava per ammazzarsi sulla scogliera di cui sopra, con e senza punteggiatura, per momentanea fantozziana presenza di banco di nebbia milanese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma qua non si parla di Finisterre. qua si parla (o, meglio, si scrive) di un altro luogo. che è alla fine del mondo. finis terrae, appunto. e mica è colpa del K se chiami il tuo blog alla fine del mondo, ti pare? :-)

      Elimina
    2. Facciamo che vince chi è arrivato prima?

      Prima!

      Elimina
    3. Ma figùres. Vogliamo mettere il PESO morale di un titolo che resta in eterno rispetto a quello che verrà soppiantato dal prossimo post? Ti vedo convenire con me. Ottimo!

      Elimina
    4. bel monologo.
      e quindi? :-P

      Elimina
    5. Non si interrompono le vecchie signore che parlano da sole, non lo sai che potresti recar loro grave nocumento?

      Elimina
    6. (blà blà blà. ad libitum)

      Elimina
    7. [pronto....?... sì?.... 118? ecco, bene, allora....]

      Elimina
    8. "sì, conosciamo bene la situazione...no, pericolosa no. molesta glielo concedo ma non deve temere...beh, certo, lei si è sentito in dovere di segnalare, sì sì. no, venire a prenderla non è il caso. smette, ad un certo punto smette da sola. se ora ci fa caso...ci sta facendo caso? ecco, si accorgerà che fra poco smette. se n'è accorto proprio ora? magnifico, che le dicevo? "

      Elimina
    9. [sì, sì, fate presto... delira... si crede voi...]

      Elimina
    10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    11. "be', facile dire delira. vorrei vedere lei se gli alieni l'avessero rapita e avessero inoculato un microchip sotto la sua pelle per controllare finanche i suoi pensieri! "

      Elimina
    12. no, i pensieri han tutta l'aria di esser proprio tuoi. sai com'è. :-P

      Elimina
    13. ...ecco, appunto, vedete?

      Elimina
    14. Vabbé, ho capito.
      Prendo le mie goccine anche oggi. Che noia.

      Elimina
  12. è che io pensavo a finisterrae quella vera, quella dopo santiago. e mi chiedevo anche tu, k?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, nessuna delle due, né quella in francia né quella in spagna. siamo altrove, qui.
      e il dove esatto nemmeno conta, a ben vedere, poi.

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.