domenica 12 maggio 2013

CARTOLINA # 5, 39°31′15″ Nord 46°01′56″ Est


la luce del tramonto rende ancora più piccolo e dorato il karadaran, questo minuscolo giardino di animali di pietra e incisioni rupestri, e pietre pagane che in progressione di secoli si trasformano nelle croci delle khatchkar.
la fine del giorno oggi la lascio scendere qui, nel verde dell’erba nei grigi delle pietre, nelle urla dei bambini che si lanciano una palla gialla e blu e nell’abito nero del vecchio che zappa la terra sotto le piante da fiore lungo il muretto perimetrale, e le bambine che giocano contro la luce del sole basso mi lanciano sguardi divertiti e di nascosto, che chissà cos’ha quello straniero da fotografare le pietre dei nostri giardinetti…

da qui,
K

ps: la più intraprendente era una bambina. avrà avuto otto anni. si chiama mari. “and wass you name mister?

11 commenti:

  1. ...l'intraprendenza paga o frega?!
    comunque sia le pietre dei giardinetti ed il sole che le infrange dedicano sorrisi e recludescenze...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'intraprendenza paga sempre, credo

      Elimina
    2. L'intraprendenza paga sempre, credo

      Elimina
  2. Risposte
    1. dolci i tramonti con i bambini che giocano a palla. Dolci le bambine che sorridono imbarazzate e curiose di sapere chi sei.

      Elimina
  3. certe intraprendenze non bisognerebbe mai perderle...

    RispondiElimina
  4. E tu hai risposto alla graziosa infante:

    -My name's Valski. KoValski. :)

    RispondiElimina
  5. http://news.bombonierashop.com/wp-content/media/2012/02/mis-brutta.jpg

    ormai mi diverto così! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rivedere il modo in cui impieghi il tempo breve&caduco della tua vita, no? :-P

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.