domenica 2 settembre 2012

IL 25esimo KOVALSKI


sì, vaffanculo...
vaffanculo io? vacci tu! tu e tutta questa merda di città e chi ci abita!
in culo agli zingari che usano i bambini per chiedermi l’elemosina e appena mi allontano mi lanciano maledizioni alle spalle, e poi vengono a svaligiarmi la casa.
in culo ai lavavetri maghrebini che ogni mattina mi sporcano il vetro pulito della macchina.
in culo ai rumeni e agli slavi che vanno per le strade a palla con le loro auto decrepite… puzzano di gulash da tutti i pori: mi mandano in paranoia le narici… e rallentate, cazzo!
in culo ai ragazzi di via sammartini, con il torace depilato e i bicipiti pompati, che se lo succhiano a vicenda nei tuoi parchi e te lo sbattono in faccia su gay tv.
in culo ai bottegai cinesi di via sarpi, con le loro piramidi di vestiti importati e con le loro scarpe di plastica: sono qui da 10 anni e non sanno ancora mettere due parole insieme!
in culo ai russi del lato est della stazione centrale, mafiosi e violenti, seduti nei bar a sorseggiare il loro thé con una zolletta di zucchero tra i denti; rubano, imbrogliano e cospirano… tornatevene da dove cazzo siete venuti!
in culo anche ai centrafricani del lato ovest della stazione, che vendono eroina e fanno i papponi delle loro donne!
in culo agli ebrei ortodossi, che vanno su e giù per via bixio nei loro soprabiti imbiancati di forfora a vendere diamanti sporchi del sangue dell’uganda.
in culo agli agenti di borsa di piazza affari, che pensano di essere i padroni dell’universo; quei figli di puttana si sentono come michael douglas/gordon gekko e pensano a nuovi modi per derubare la povera gente che lavora. in culo al fondo monetario internazionale, ai derivati, allo spread, alle banche d’affari e alle agenzie di rating!
in culo agli albanesi: venti in una macchina, e fanno crescere le spese della sanità pubblica. e non fatemi parlare di quei segaioli dei kossovari: al loro confronto gli albanesi sono proprio dei fenomeni.
in culo ai calabresi di rozzano con i loro capelli ingellati, le loro tute di nylon, le loro medagliette della madonna, che lucidano le loro auto assettate da rally, sperando in un’audizione per il grande fratello.
in culo alle sciure del quadrilatero della moda, con i loro foulard di hermès e i loro carciofi di peck da 50 euro l’etto, con le loro facce pompate di silicone e truccate, laccate e liftate… non riuscite a ingannare nessuno, vecchie befane!
in culo ai siciliani di quarto oggiaro: non passano mai, non stanno in difesa, fanno tre falli ogni azione, poi si girano e danno la colpa alla lega e alla mafia. l’unità d’italia c’è da quasi 150 anni: muovete il culo, è ora!
in culo anche ai napoletani che qui non c’è mai il sole: tornatevene a napoli e non rompetemi i coglioni!
in culo ai vigili e agli ausiliari della sosta, che ti multano per il lavaggio strade notturno sotto casa e se ne sbattono il cazzo dei suv, dei fuoristrada e delle citycar in terza e quarta fila davanti ai locali che bloccano il traffico ogni sera.
in culo ai preti che mettono le mani nei pantaloni di bambini innocenti. in culo alla chiesa che li protegge, non liberandoci dal male. e dato che ci siamo, ci metto anche gesù cristo. se l'è cavata con poco. un giorno sulla croce, un weekend all'inferno, e poi gli alleluja degli angeli per il resto dell’eternità. provi a passare sette anni nel carcere di opera..!
in culo a osama bin laden, a al qaeda e a quei cavernicoli retrogradi dei fondamentalisti di tutto il mondo: in nome delle migliaia di innocenti assassinati, vi auguro di passare il resto dell'eternità con le vostre settantadue puttane ad arrostire a fuoco lento all'inferno, stronzi cammellieri con l'asciugamano in testa, baciatemi ‘ste due palle!
in culo a quelli che il fascismo squadrista e a quelli che l’antifascismo militante e sfascista, ai black bloc e ai no-tav: gli anni ‘70 sono finiti, figurarsi la seconda guerra mondiale, coglioni!
in culo ai perbenisti che giudicano con gli occhi incollati sul culo della tua ragazza.
in culo a quelli “contro” che a trent'anni ancora si fanno mantenere da mamma e papà.
in culo ai locali pettinati pieni di shampiste che non stanno zitte un secondo senza dire mai una frase originale, e pieni di coglioni con la camicia aperta fino all’ombelico anche a gennaio.
in culo alle modelline slave e ai calciatori milionari. in culo agli alternativi vestiti in serie con lo stampino.
in culo a quelli che “milano è insopportabile non vedo l’ora di andarmene”: ma chi cazzo vi obbliga a viverci, coglioni?
in culo a questa città e a chi ci abita. dalle villette di san siro agli attici di zona 1, dalle case popolari di via palmanova ai loft dei navigli, dai palazzoni della cerchia alle case ottocentesche di pagano, da quelle a due piani dietro via fiamma agli appartamentini dell’isola. che un terremoto la faccia crollare. che gli incendi la distruggano. che bruci fino a diventare cenere, e che le acque si sollevino e sommergano questa fogna infestata dai topi.

no, in culo a te, montgomery kovalski. avevi tutto e l'hai buttato via. brutto testa di cazzo! 

[kovalskato da: la 25a ora, © spike lee, 
e dove lo puoi vedere? esattamente qui ]

98 commenti:

  1. bel film...grandissimo E. Norton... ogni città ha il suo vaffa ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immenso film immenso montybrogan.
      ogni città ha il suo, a saperlo raccontare...

      Elimina
  2. ho letto velocemente aspettando il mio turno.
    non è venuto.
    e neppure quello dei pinguini gangster della barona.
    ti sei salvato anche tu, pare.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è salvata la barona, più che altro.

      Elimina
  3. nonostante tutto, un giorno vorrei vivere proprio a milano....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cambia squadra, prima , però :-P

      Elimina
    2. Ciao, tu. Bella serata ieri, no?

      Elimina
    3. mai. e poi almeno ci vediamo le partite insieme e ci scanniamo bonariamente.
      dai dai dai dai...
      :)

      Elimina
    4. Bonariamente?? Perché tu non hai mai visto l'Ade all'opera. :p

      Elimina
    5. neanche tu a me :P
      io penso che più che guardare la partita finiremo per ammazzarci e basta. gli insulti non sarebbero normali.
      cmq, poi io e te famo la pace, no?! :D

      Elimina
    6. Ovvio! Non è neanche da chiedere, una cosa simile!
      Scusa, K. Se ti stiamo inquinando il blog con il nostro amore.
      Ma sai come sono gli innamorati, no?

      Elimina
    7. Si, scusaci k.
      però tranquillo.. mentre guardiamo la partita insieme io e l'Ade non limoniamo.. non vorremmo metterti a disagio..

      Elimina
    8. non c'è problema a ospitarvi qui, figuratevi. a patto che limoniate. :-D

      anyway, "bonariamente" è un vocabolo che non esiste, applicato al calcio

      Elimina
  4. Risposte
    1. io l'ho trovato decisamente sopravvalutato. s'è salvato solo sui titoli di coda.

      camomilla, kovalski?

      Elimina
    2. io l'ho visto due mesi fa. mai sentito nemmeno nominare prima e non conosco la valutazione che pubblico e critica ne hanno dato. la parte del finale, sinceramente, quando lui compare anziano che racconta ai figli la sua storia, se la potevano risparmiare (secondo me) come un'altra sequela di cose. non e' il miglior film che ho visto quest'anno, e nemmeno il migliore che abbia visto negli ultimi due mesi. tanto meno il migliore di s lee (nemmeno il peggiore pero'). ma alla fine gli attori sono tutti bravi. e il concetto che la vita e' sempre in bilico, soggetta fino alla fine a prendere altre pieghe, e' reso bene. c'e' anche un po' di poesia che riesce a venire fuori. insomma... sara' anche sopravvalutato, ma a me il film e' piaciuto.

      Elimina
    3. io ho invece il ricordo (l'ho visto tanto tempo fa) di un film noioso, prolisso e con un norton (che cmq nn amo molto) non al suo meglio. gusti, nè :-)
      (invece, parlando sempre di norton, ieri ho visto per la prima volta fight club e non mi sono affatto annoiata. incrèdibol)

      Elimina
    4. @alpexex @ciku è un film stupendo, con sceneggiatura, dialoghi, inquadrature da applausi. e due monologhi spettacolari.
      quello parafrasato qui. e quello finale, sulle opportunità alternative che la vita ti dà, e che scegli di percorrere o di non percorrere.
      e se non siete d'accordo, affanculo anche voi :-D

      Elimina
    5. no vabè, nn metterci sullo stesso piano, povero alpe. lui è d'accordo con te. il fanculo è tutto mio, prego ;-)

      Elimina
    6. e affanculo ciku!
      (che ci tiene così tanto...) :-P

      Elimina
  5. Avevi anche tu tutto e l'hai buttato via?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo. ovvio.
      tutti noi avevamo tutto. e tutti noi l'abbiamo buttato via.

      Elimina
    2. "Non mi piace questa risposta".
      (cit.)

      Elimina
    3. è un mondo difficile, babe-wii...

      Elimina
  6. "in culo a questa città e a chi ci abita".
    no, monty si manda a fare in culo in modo molto più esplicito. che fai, k, ci giri intorno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ti sfugge niente a te, eh? :-P

      Elimina
    2. no. sapevo di essere la donna ideale per monty o per un suo surrog..ahem..simile. :D

      Elimina
    3. dai, vieni che ti do un bacino e mi perdoni.
      accomodante accondiscendente acquiescente compiacente docile indulgente malleabile kovalski.

      :D

      Elimina
    4. tu stai cercando di farti inchiodare al muro
      è talmente evidente...

      Elimina
    5. inchiodare al muro? dipende con quale intento.

      Elimina
    6. esattemente quell'intento lì

      Elimina
    7. non riesco a formulare una risposta elegante.
      ma tanto so che siamo telepatici ;)

      Elimina
    8. ragazza fortunata, tu :-)

      Elimina
  7. Risposte
    1. sapevo che hatesalot avrebbe approvato :-)

      Elimina
    2. su tutta la linea.
      Dalla cinecitatio alla bile riversa.
      Tutta

      Elimina
  8. nervosetto? (a parte il film, un paio...anzi di più, di cosine sono da dedicare anche a Roma)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il K? no. monty kovalski? sempre. :-)

      Elimina
  9. Odio questa scena, mi evoca brutti ricordi.
    Pessimi ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... no. Però una volta sono rimasta chiusa in un cimitero. Vale lo stesso?

      Elimina
    2. poi ci spiegherai come hai fatto, eh....

      Elimina
    3. il K disattento. sarà.
      intanto quella che resta chiusa nei cimiteri sei tu, pare...

      Elimina
    4. Il K disattento. E'.
      Quanto al resto, a chi non è mai capitato di rimanere chiuso in un cimitero, eh? A chi?

      Elimina
    5. fatti la domanda, datti la risposta.
      che se te la diamo noi, poi dici che siamo crudeli :-P

      Elimina
    6. Mi par di capire che a te non sia mai capitato, Crudelio de Kov.

      Elimina
    7. mica così tanto disattento, il k.... :-P

      Elimina
  10. Fuck, qui finisce che siamo pure vicini di casa.
    Ü

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maddai!
      ma allora tu depisti scientemente! che pastadiPESTOdirospi dev'essere in liguria, per forza!!!!
      allora dì il tuo nome vero, pastadipolentadirospi, che almeno lo capiamo, no! :-P

      Elimina
  11. uh, ci sono anche io (quasi).
    e no, non sono albanese ;)

    bello, bello, bellissimo. l'originale e anche la trasposizione milanese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ho mai detto che adoro i tuoi giudizi? :-)

      Elimina
    2. Ma K, devi capirmi. Qui c'è gente coi controcazzi. Sembra che tutti sappiate scrivere. Siete another level, per me.

      Io al massimo posso saper leggere, e nemmeno ne sono troppo convinta. Arrivo, leggo, mi paralizzo, e riesco a scrivere qualcuno dei miei 30 vocaboli, tendenzialmente "bello".

      Elimina
    3. secondo me, scrivi da dio, tu, quando dici cose belle al K.
      ché il k non sa pensare a nulla di più bello da leggere.....
      :-)

      Elimina
  12. ...a parte la bestemmia che non condivido, la totale assenza di perbenismo unisce il mio pensiero al tuo... e la trasposizione del tutto in lingua "volgare" ti fa re tra gli empi miseri portatori di blog sulla scena, che malcelano i giudizi per paura di cosa? di un minimo di anarchica libertà cronistica!? adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che adori, è chiaro... poi, ti sei persa qualche verbo in mezzo, pare....

      Elimina
    2. non per essere permalosa... ma non mi sembra affatto...
      stai FORSE criticando la mia favella?

      Elimina
    3. non OSEREI mai... e poi, ti pare che potrei non apprezzare chi mi fa re? :-D

      Elimina
    4. la tua umiltà è pari (forse) solo alla mia...

      Elimina
  13. Uno dei pochi film che restano. Anche un omaggio a New York: lo rivedrò adesso che ci sono stata.

    RispondiElimina
  14. k. come mai sei cosi in vena ci citazioni?
    spigalo a noi, umile pubblico del tuo emisfero sinistro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. banà... scusa se chiedo, ma.... riscrittura presente a parte... dove sono tutte 'ste citazioni?!

      Elimina
    2. Non so. Ultimamente mi sembrava.
      forse ho semplicemente bevuto troppo. Condedimi il perdono.

      Elimina
    3. banà, ma il k mica ti perdona. il K ti ammira. lo sai.

      Elimina
  15. kova', per caso hai dormito col culo scoperto?
    ;-)

    RispondiElimina
  16. Ti sei salvato alla fine, caro K, hai puntato il riflettore su te stesso. Che ti sia auto-mandato a fanculo è un dettaglio, almeno per me. La chiave di volta consiste nel girare l'indice di 180 gradi. Siamo campioni mondiali di vittima, ogni uomo lo è, è un istinto naturale. E proprio il sentirsi vittima genera l'invettiva e magari la violenza, o soltanto il desiderio di violenza. Per fare giustizia. Imparassimo a sentirci colpevoli, tanto per cominciare di non amore, smetteremmo di giudicare, passeremmo dall'altra parte, quella del colpevole perchè chi non ama uccide sempre. E chi si riconosce colpevole non può che chiedere perdono, diventa innocuo, non ci pensa nemmeno a chiedere giustizia, non gli converrebbe. Gran bel posto, K, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per non appropriarsi di meriti altrui, diciamo che il salvataggio finale è merito di spike lee....

      Elimina
    2. però qualche merito è anche tuo: K-man, hai suscitato il mio ultimo post, hai visto che ti ho linkato? Non è amore?

      Elimina
    3. sei una maga. in men che non si dica, mi hai trasformato in KMusa. amvedi... ;-P

      si definisce amore al minimo dopo la terza volta a letto insieme. partiamo con il countdown?

      Elimina
  17. "Kowalski works for a car delivery service. He takes delivery of a 1970 Dodge Challenger to take from Colorado to San Francisco..."

    per quello che sono andato a vivere in un paesino di 400 abitanti a 850 mt. di altezza...

    nella puzzopoli di maroni/formigoni ci vengo giusto per lavorare...

    ma la vita è altrove !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, ora più che altro è di pisapia ia-ia-o

      Elimina
  18. Dopo che hai scritto questo post, ti consiglio di andare a vedere i risultati di ricerca su Blogger! Sono sicuro che le ricerche si riempiranno di stranissimi accostamenti che ci devi assolutamente mostrare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ci avevo mica pensato! se salta fuori qualcosa di divertente, te lo facvcio sapere, promesso

      Elimina
  19. Ho aspettato pazietemente il mio turno, in questo elenco ma giustamente come potevi sapere che in quella città ci sto dentro anche io??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sei davvero sicura di volerti ritrovare in un post così? :-)

      Elimina
    2. Oddio, ottima domanda. Non lo so, ma forse semplicemente ci trovo talmente tante parti di quotidiano che mi è venuto naturale immaginarmici.

      Elimina
    3. tu pensaci. poi, se un giorno ne avrai davvero bisogno, il k un "affanculo anche a s." pieno d'affetto te lo dedica, e tutto per te
      :-)

      Elimina
    4. Quanto amore.
      Sentitamente ringrazio.

      Elimina
    5. sei una donna fortunata, tu
      :-)

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.