giovedì 29 marzo 2012

CAMBIA ROTTA CAMBIA STILE (SCOPRI L'ANNO BISESTILE)*

kovalski, che dici, non sarà il caso di cambiare? diamo un bel taglio netto e via, si cambia tutto..? che facciamo poi?! boh. ma che ne so. facciamo altro. tipo, apriamo un negozio.  ecco, sì, un negozio. tanto basta un'insegna carina e siamo a posto, no? che dici? 
senti qua, per esempio: vuoi fare il fiorista? TI FACCIO UN MAZZO COSì
no? preferisci un vivaio? ED E' SUBITO SERRA, piace? 
altro settore, via: estetista: MAKE ME UP (BEFORE YOU GO GO)
stiamo più sul raffinato? un bel negozio di orologi? OROLOGIO E PREGIUDIZIO come ti pare? nemmeno? 
una libreria, piace la libreria? LIBRI & BELLI
più prosaici? mmm... una macelleria? FACCIO UN MACELLO 
meno cruento?... una panetteria allora, dai, tipo PANE D'AMOR PERDUTO
o vuoi una cartoleria? NE VALE LA PENNA,  vien da sé... 

no? nessuna?! ma insomma... oh kova, certo che non te ne va bene una a te, eh.... vabbé, allora restiamo qui. restiamo così. malgrado l'anno bisestile... 

 (* copyright: afterhours)

27 commenti:

  1. Potresti aprire direttamente un centro commerciale :)

    RispondiElimina
  2. Orologio e pregiudizio.
    Hai definitivamente tutta la mia stima, a vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sì che ne sai a pacchi, frances ;-)

      Elimina
  3. sa Kovalsi, per noi donne è più facile...
    quando ci piglia sta frenesia basta cambiare il colore dei capelli;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi siamo per soluzioni più drastiche. e più durevoli. mi sa.

      Elimina
  4. a me piacciono tutte :-)
    c'era una rubrica su cuore che si chiamava botteghe oscure

    (un ps così solo per rompere le palle: sono gli afterhours quelli)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buongustaia, tu!
      (ps: mbhé, e io che ho scritto? ;-D
      pps: cavoliiiiiiiiii :-)) )

      Elimina
    2. 'ste due erano vere: pig maglione era un negozio che vendeva gomitoli da sferruzzare e peter pan... per focaccia era un forno (ah... i favolosi anni novanta...)

      Elimina
    3. di primo acchito potrei citarti, tra quelle viste con i miei occhietti:
      il " bar barian "
      ottico " occhial house "
      il bar " cin cin nato "(nella omonima piazza)...

      Elimina
    4. kovalski batte cuore 1-0!

      Elimina
    5. che detta così.... :-/

      Elimina
  5. io voglio la libreria, da bibliotecaria quale sono.
    mi fai l'insegna?

    RispondiElimina
  6. la libreria, da sempre il mio sogno. ma provarci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende. che in fondo, ci sono due tipi di sogni, no? quelli che si sognano. e quelli che si prova a realizzare. e non è detto che i primi siano meno belli dei secondi. sono solo di due categorie diverse, tutto qui.

      Elimina
  7. Io voglio aprire un vivaio! Ti devo pagare i diritti per l'insegna? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, vedi tu, se riesci a trovarne una più poetica, fai pure senza... :-)

      Elimina
  8. Come Cristina ricordo la rubrica di Cuore con alcune insegne terrificanti (le tue sono buone, ottime Orologio e Pregiudizio e Make me up (before you go go)).

    A Milano c'è un panificio chic, Princi, accanto al quale volevo aprire, con due colleghi di lavoro, una minilibreria: Il piccolo Princi (ma forse non avrebbero gradito).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastico! la vicinanaza sarebbe più problematica per voi librai, rischiereste di ritrovarvi coi libri tutti unti

      Elimina
  9. il piccolo princi sarebbe stato grandioso! assolutamente.
    (e poi, ti sarebbe bastato uscire dalla porta della libreria, fare tre passi, per prenderti il filoncino con le olive, tutte le volte che tu avessi voluto. paiura....)

    RispondiElimina
  10. miiiiiiiiiiiiii! io ti avrei detto esattamente questo: "oh kova, certo che non te ne va bene una a te, eh"! :)

    comunque io ti vedrei bene a gestire: "le piccoli passioni". sarebbe un locale dove si assaggiano cose fuori dal comune e dove i clienti possono acquistare libri, film, musica o piccoli oggetti scelti da te e in più ci sarebbe lo scaffale con "le vostre passioni" dove la gente può vendere o regalare quello che realizza e prendere le cose lasciate dagli altri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piccole passioni?! tipo, PassionCine, cinema specializzato in film sentimentali? naaaaa. troppo poco kovalski dai :-)

      Elimina
  11. ahaha no dai! non pensavo ad una cosa tutta fiocchi e cuoricini, decisamente non ti ci vedrei. era un passioni molto allargato, anche borchie e fruste possono essere una passione! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. borchie e fruste una PassionCina... brava. mi piace come ragioni :-D

      Elimina
  12. Pane di amor perduto???Stupendo...se vuoi io vengo a preparare le ciambelle!!Grazie di esser passato dalle mie parti, aspetto un tuo ritorno...

    RispondiElimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.