sabato 16 marzo 2013

16.3



“certi giorni basta il semplice fatto di esistere per essere felici. ci si sente leggeri leggeri, ci si sente talmente ricchi che viene voglia di condividere con qualcuno una gioia troppo grande. il ricordo di quei momenti è il mio bene più prezioso. forse perché sono così rari. un centesimo di secondo qui, un altro là, sommati insieme non saranno che due o tre secondi rubati all'eternità”

***
certi giorni basta il semplice fatto di esistere per essere felici. imbatterti per caso in una mostra di doisneau. e perderti nei bianchi e nei neri. che è la medesima sensazione che ti dà un film di godard, un mondo irrimediabilmente passato ma che mentre lo guardi puoi quasi sfiorarlo, se chiudi gli occhi un attimo. e poi, fuori, nelle vie e nei viali, i cieli che scintillano di sole e vento e aria gelida di un mondo indeciso tra inverno e primavera. e camminare, camminare le vie e i viali, camminare il sole il vento e l'aria gelida, camminare con klimt sotto il braccio. sapere che poi lo appenderai sopra il letto. certi giorni basta il semplice fatto di esistere per essere felici, sì. anche se non saranno che due o tre secondi rubati all'eternità. ma a volte due o tre secondi assomigliano così tanto all'eternità.

r.doisneau]

18 commenti:

  1. Devo andare.

    Perdersi nei bianco e neri è magnifico. Viverci ancora meglio, perchè sono proprio quei tre secondi rubati che poi danno quei tocchi di colore qua e là...
    Ciao K

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi andare, tu, sì. assolutamente.

      Elimina
  2. Che meraviglia. Doisneau&Parole di Kov :)
    A margine. Quel bacio mi fa sempre pensare a Barbara di Prévert.
    Non c'entra niente Kovà, lo so. Ma che vuoi fà? Ti tocca "prendermi" così :)
    (:*)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti prenderei in molti modi, a te, lo sai lo sai.
      :-P

      Elimina
    2. Prima mi devi acciuffare Kov. Mi devi acciuffare prima :P

      Elimina
    3. appunto, mi tocca prenderti.
      :-p

      Elimina
  3. Certi giorni basta il sole, no?
    Certi giorni basta davvero l'esistere e bastano davvero, come dici tu, quei due-tre secondi. Quell'istante che tocchi e non torna più ma ti fa sentire immenso ed infinito.

    Certi giorni è bello tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certi giorni, basta la qualsiasi, sì. :-)

      Elimina
  4. mondi lontani, lontanissimi, in termini di tempo, chilometri e storia. lontani, lontanissimi eppure a pochi centimetri dai polpastrelli. la magia del b/n, della francia o degli occhi che guardano quei mondi lontani, lontanissimi, eppure...
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte sono davvero vicinivicinissimi, i mondi lontanilontanissimi di storia, di chilometri, e di anni, sì....
      :-*

      Elimina
  5. è la stessa frase che aveva colpito anche me.
    e la mostra è davvero splendida...
    sto ancora riflettendo su quel contrasto mirato tra la luce e l'ombra, e la geometria delle linee, di quei ritratti.
    e mi domando se sarò mai capace di cogliere certi ritratti allo stesso modo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. possiamo solo provarci. e riprovarci. e di nuovo. e poi ancora.

      Elimina
  6. io ce l'ho klimt.
    sopra al letto.

    RispondiElimina
  7. tu la finisci di andare alle mostre senza di me?

    RispondiElimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.