domenica 8 marzo 2015

DETTO DA M.G. e T.S.

"si tratta di un fenomeno che potremmo definire ideofilia, o amore delle personificazioni. e che è più diffuso di quanto non si pensi. spesso le persone vengono attratte da elementi universali presenti in individui particolari. ci sono uomini che perdono la testa per le donne grasse. o donne che hanno un debole per uomini barbuti.
ora, immaginate che l'amata cicciona dimagrisca. o che l'adorato barbuto si rada. che cosa succede? l'attrazione diminuisce? che cosa amavano del loro partner? la ciccia? la barba?
possiamo dire che amare qualcuno significhi amare i suoi attributi? esiste un nocciolo individuale? si ama una particolare persona o alcuni elementi di cui è fatta?"



  Risultati immagini per il mondo così com'è copertina

30 commenti:

  1. Più o meno la domanda del millennio. Robetta da poco, Kovalski. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se son facili non ci divertiamo, lola ;-)

      Elimina
    2. dai, per te allora difficile: 1 + 1 ?

      Elimina
    3. dai silvanal, per una volta.... non si chiede una cosa intelligente, non amiamo l'impossibile... ma almeno un commento non idiota puoi riuscire a formularlo? non totalmente idiota, almeno. prova, dai.

      Elimina
  2. Quando un mio ex si taglió barba e capelli per me fu terribile.
    Non lo riconoscevo piú.
    Un estraneo, fisicamente.

    Certe caratteristiche, soprattutto del viso, se cambiano, destabilizzano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed è proprio questo il punto, credo... è la persona che ci piace, o le sue caratteristiche? quanto le caratteristiche "fanno" la persona, e quanto (o quali) invece sono solo "abbellimenti secondarii" ma non fondanti?

      Elimina
    2. è la persona che ci piace, ma di certe caratteristiche ci innamoriamo.
      questo credo.

      Elimina
    3. ma a quante e quali di queste caratteristiche siamo disposti a rinunciare senza conseguenze?

      Elimina
    4. Io alla barba non rinuncio.
      Mi piace.

      Elimina
    5. Nessuno si é mai lamentato, a dire il vero, di questa cosa :)))

      Quindi non rinuncio e non ho conseguenze.


      Anche se a distanza di ore, ti ho risposto

      Elimina
    6. e giustamente lo dici al barbakovalski. ;-)

      Elimina
    7. Puccettonazzo, invece di smacchiare i commenti lavati il pelo che puzzi.

      Elimina
    8. e questo è il tuo massimo di "commento non idiota"?! ma ce la fai, silveranal?

      Elimina
  3. Io spero sempre che sia la persona a piacerci... (detto da una che passa dal presentarsi strafiga alla vestaglia mantella e lo sguardo allucinato nel giro della stessa giornata... Quando il kami mi dice che sono bellissima in entrambe le versioni penso di essere amata in quanto persona oppure che lui sniffi roba veramente buona).
    :-P :-P :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il kamikaze santo subito, ovviamente ;-D

      Elimina
    2. @ kovalski: ci sarà un motivo perché l'ho chiamato kamikaze, no? :-P

      @ mifacciaindovinarechiè_figuriamocisenonloso: glielo consiglio ogni giorno. Ma lui è drogato e felice. Chi sono io per dissuaderlo?

      Elimina
    3. Ops! I commenti vanno e vengono...

      Elimina
    4. scusa. .. ma il kblog filtra sul QI... tutti restano, una va sempre... ops :-D

      Elimina
    5. Ahahahahahah! Siccome mi sono abbonata ai commenti, li leggo tutti sulla mail e mi viene così tanto da ridere che non immagini ;-)

      Elimina
    6. ci dà 'na gioia.... ;-)

      Elimina
  4. Detto da C.G. e da non s chi altri.
    L'attrazione è fisica; l'amore è tutto un insieme di cose.
    Se amo, amo comunque, con o senza barba, con o senza ciccia.
    Se invece quando vengono a mancare barba e ciccia non amo più, allora forse si trattava solo di attrazione verso l'altra persona, di appagamento del proprio personalissimo gusto estetico; non di amore.
    Essere abituati all'esteriorità della persona che si ha accanto è normale, è giusto, è rassicurante. Il fatto che il cambiamento "radicale" di una caratteristica fisica porti ad un momento di destabilizzazione è giusto e comprensibile; ma l'amore, per fortuna, va ben oltre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiaro, conciso, e ben detto. ok. l'amore è attrazione più tante cose. vero.
      però... però l'attrazione è una parte dell'equazione che chiamiamo amore, no? e cosa accade allora se svanisce? resta l'amore, o diventa altro?

      Elimina
    2. E' vero, k, l'attrazione è a mio avviso una componente fondamentale dell'equazione che chiamiamo amore.
      Urge un distinguo: se la persona che amo, venendo meno una determinata caratteristica fisica, non mi attira proprio più da un punto di vista fisico (e deve essere proprio qualcosa di drastico), credo che in quel caso sia meglio lasciarsi e restare buoni amici. O anche non vedersi mai più, che forse è ancora meglio.
      Perchè l'equazione non sarebbe più valida.
      Se invece la caratteristica fisica che ci piace viene meno senza intaccare la sfera sessuale (diciamolo), beh, credo che si possa chiudere un occhio e continuare ad amarsi e a cercare di risolvere l'equazione con meno passaggi possibili.
      Ognuno dovrebbe sperare che resti l'amore anche se viene meno un po' di attrazione. Altrimenti "per tutta la vita" sarebbe un'utopia più di quanto a volte già lo si subodora.

      Elimina
    3. condivido tutto. e il punto callora forse è proprio questo: quali caratteristiche fisiche per ciascuno di noi siano essenziali all'attrazione, e quali invece non lo siano.

      Elimina
    4. Credo che non si possa fare un ragionamento di questo tipo: diciamo, ad esempio, che io impazzisca (ma non è così) per gli uomini con gli occhi neri. Mi presentano due amici, uno con gli occhi neri e l'altro no. Potrebbe averli verdi o azzurri o addirittura essere cieco (il che mi converrebbe anche).
      Il primo uomo, quello con gli occhi neri, ha solo gli occhi neri.
      Quell'altro ha un buon profumo, bei denti, mi fa divertire.
      Secondo te a chi preferirei dare il numero di telefono?
      L'attrazione è troppo "a pelle" per essere schematizzata.
      L'amore è troppo soggettivo per essere descritto a parole.
      Che ne pensi, kovalski?
      E lei, caro Anonimo, che fa inconsapevolmente parte del suddetto circolo filosofico (come me, ma io ne sono ben fiera), pensa che l'imbecillità sia un deterrente per l'attrazione?

      Elimina
    5. cosa penso? penso che l'attrazione sia parte dell'alchimia dell'amare. credo che questa si fondi su alcuni elementi specifici, anche. credo che se alcuni elementi fondanti vengano meno, questo possa mettere in crisi l'attrazione, e che questo possa far avvizzire l'amore.




      credo che per fortuna di silvanal si trovi sempre qualcuno abbastanza masochista o imbecille o disperato da accettare di stare con una evidente idiota. e che questo spieghi perché una tale idiota possa essere sposata.

      Elimina
  5. sono tre volte che ricomincio a scrivere cercando di avvalorare una tesi ma niente: non lo so. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che sembra semplice prima di doverlo razionalizzare in parole scritte, vero? :-)

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.