sabato 21 gennaio 2012

IL RESPIRO E IL SOGNO

compri libri. molti. e fumetti, anche. anche usati, a volte. quando li trovi. usati. i fumetti. e i libri, anche. 
e sei lì che scorri i fumetti usati, messi tutti di costa, sullo scaffale, e tra gli autori e i titoli vedi questo fumetto qui, lo vedi e sorridi, e lo prendi, e lo sfili, e lo sfogli. e ti dici oh, com’era bello, che tu l’hai letto, questo, l’hai letto tipo secoli fa, secoli fa quando avevi diciotto o diciannove anni, tipo così, ed era bello, quel fumetto secoli fa, bello come un sogno, o una poesia muta di immagini completamente senza parole, e te l’aveva prestato chissà chi, questo non te lo ricordi più bene, ma che fosse bello come un sogno o una poesia muta, questo te lo ricordi bene sì. poi, dopo, sei già a casa quando inizi a leggerlo, pagina dopo pagina, e girando le pagine, cade un foglio. un foglio giallo, perfettamente piegato in due. lo raccogli. lo apri. è scritto a mano. una scrittura tutte curve, femminile. e
balzac ha scritto che “una notte d’amore è un libro letto in meno”: poiché non voglio essere assalita da rimorsi e sensi di colpa per il tuo mancato “acculturamento” ma non voglio rinunciare alle notti (o mattine o pomeriggi…), sono arrivata a un compromesso. non ti rovinare gli occhi nella lettura e apprezza il mio senso of humor.
con tutto il cuore,
roberta
e non è a te che parla, quella roberta, kovalski, no, non è a te che lo dice il giorno dopo una prima notte a un qualche lui per te senza nome. 
e poi pensi che non deve essere durata, se lui ha venduto il fumetto. e poi pensi che non deve essere stata neanche molto importante, se lui quando lo ha venduto ci ha lasciato dentro il foglio giallo perfettamente piegato in due. 
e però, che lunga strada ha preso questa roberta per arrivare fino a te, kovalski, hai visto? ma che gli fai tu, alle donne, kovalski, che gli fai?



30 commenti:

  1. gli unici scaffali che suscitano in me reazioni compulsive sono quelli delle librerie (reali, virtuali, private, pubbliche) compro, scambio, presto...
    e faccio dei gran viaggi tra le righe dei libri e tra le pieghe della vita della gente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse le fai sorrdiere. un sorriso dolce, come quello che ho fatto io leggendoti. Credo che Roberta con quel tipo non abbia sorriso molto. Whitoutme

      Elimina
  2. Veramente un grosso sgarbo vendere il fumetto e lasciare dentro il foglietto, povera Roberta :)

    RispondiElimina
  3. fab: ma che bella sorpresa! :-)

    cirinciampai: e pensa appunto trovare tra le righe dei libri una piega della vita di altre persone....

    withoutme: mi piace un sacco, la tua interpretazione. il mio ego ti apprezza un sacco, sappilo :-)

    pyperita: direi anch'io... ma tu parteggi sempre troppo per le lei, però, dai. magari se lo meritava, no? :-)

    RispondiElimina
  4. la roberta mi sembra una simpatica. e allora, che gli fai tu alle donne?

    RispondiElimina
  5. a me era successa una cosa simile con un libro di tabucchi preso al libraccio. mi infonde un po' di tristezza che qualcuno dia via un libro, per di più con un foglio dentro, e che neppure se ne accorga - o che gliene importi.
    e tra l'altro quello che ha scritto roberta a me è piaciuto, sarà che è facile immedesimarsi, per una ragazza.

    RispondiElimina
  6. mariuh: io nulla. è il kovalski, quello che chissà cosa gli fa, lui, alle donne...

    rosesandcherubim: mai sottovalutare il libraccio.... e perché, le dediche o gli appunti o le scritte nei libri usati? o anche certe sottolineature, a volte... non è come sbirciare dentro la vita di un'altra persona?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro (qualunque sia) ha vita propria e se è stato di qualcuno che l'ha "vissuto" in modo particolare, lasciando tracce di se diventa poi una vera avventura immedesimarsi, cercare di coglere le emozioni. Se qualcuno ad esempio prendesse la mia copia di "che tu sia per me il coltello" avrebbe la mia anima tra le mani. Qule libro mi ha cercato e ha vissuto con me e vive ancora, mentre ogni tanto lo apro a caso, cercando di ricordare quei momenti. Il mio sogno (mi confesso sorprendendo me stessa) sarebbe creare quello che già negli stati uniti funziona. Abbandonano in certi luoghi i libri letti con alcune riflessioni, chi lo raccoglie lo legge, esprime le proprie sensazioni e poi lo "abbandona" di nuovo. Io nell'immaginare quel libro che aspetta, che viene scelto, vissuto e poi "donato" a unìaltra persona mi lascio trasportare in un viaggio fantastico :) Ehm...perdona la lungaggine prometto la sintesi in futuro :) Whitoutme

      Elimina
  7. withoutme: mai fu richiesta sintesi, qui. né per converso lungaggine. si concede libertà. che culo, eh? :-)
    bookcrossing? con traccia scritta? mmmm.... bookcrossing 2.0?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow libertà! Bello. bookcrossing? leggerò. Ma io non sono tanto tecnologica, vuoi mettere il fascino di un libro lasciato su una panchina?
      whitoutme

      Elimina
    2. withoutme: ma è quello il bookcrossing... lasciare un libro in un posto dove qualcuno possa prenderlo.... io li lascio sui sedili della metro... dicevo 2.0 per il lasciarlo con anche i propri commenti....

      Elimina
    3. ecco vedi? Non devo commentare quando sono stanca faccio delle figure! Allora la prossima volta che prendo la metro (magari a milano) lascio un libro :) ahahahh già mi immagino un tizio che mi corre dietro e mi dice "signora, signora aveva lasciato questo in metro!" ahahah

      Elimina
    4. che frana! l'anonimo sopra sono io! Whitoutme :)

      Elimina
    5. ...e magari proprio quello è l'uomo della tua vita. pensa. uniti da un libro di cui ti volevi liberare :-)

      Elimina
    6. FANTASTICO :) mi ero persa questo commento! Di solito sorrido un po' sarcastica a queste cose, ma sarà che questa mattina sono a letto, fuori c'è tanta neve....che l'idea di un libro che riesce a unire due persone....non mi viene nemmeno l'orticaria! Eh...mi sento anche leggermente romatica oggi :)

      Elimina
    7. brutta bestia, la neve quando si è al calduccio del letto, e da sola, eh? ;-)

      Elimina
    8. Molto brutta ;) Perchè anche se sola ci sto bene quando nevica o piove, il pensiero di stare abbracciati sotto le coperte....non mi dispiacerebbe affatto e non mi fa nemmeno venire l'orticaria! :O incredibile ;)

      Elimina
    9. anvedi l'ironia della vita...

      Elimina
    10. Ho appena immaginato cosa mi piacerebbe fare...mi piacerebbe tanto osservarla mentre acquista un libro :) ahahahah pensi a che penso io :)

      Elimina
    11. ma osservarLA lei chi, la roberta? :-)

      Elimina
    12. :) ok giocavo sul sig. :) no ossrevarti magari da lontano, mentre scegli un libro. Scoprire se hai dei "riti", come li tocchi, se magari con fare distratto ne senti il profumo. Trovo sia inebriante il profumo di un libro nuovo, impossibile non accarezzarne la copertina, la grana della carta...ecco questo vorrei scoprire di te, non di Roberta :)

      Elimina
    13. si tratta solo di indovinare la libreria e il momento esatti... mica roba da poco eh....

      Elimina
    14. nulla è facile ma nulla è impossibile se si desidera qualcosa non credi?

      Elimina
    15. a questo proposito ti lascio una delle mie frasi preferite è tratta da una poesia "perchè io amo infinitamente il finito,
      perchè io desidero impossibilmente il possibile,
      perchè voglio tutto, o ancora di più, se può essere,
      o anche se non può essere..."
      A. de campos

      Elimina
  8. Sarò un po' lento, ma non ho capito di che compromesso parla Roberta.
    Che fumetto è?

    p.s.: Roberta Kovalski comunque non suona per niente male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pastadipestocoirospi: boh, credo il suo compromesso fosse di regalargli un fumetto senza parole, quindi non da leggere ma da guardare... almeno, io l'ho capita così....
      roberta kovalski!??! oh, ma quanto corri, nemmeno la conosco e già parli di matrimonio?

      Elimina
  9. Vengono a te con ogni mezzo eh.
    Ti manca solo che ti arrivino tramite bottiglia con messaggio gettata nel Naviglio ... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tanto il risultato è sempre lo stesso
      come il tuo avatar
      in bianco :-D

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.