mercoledì 24 dicembre 2014

THIS FAINTING TOWN

erano anni che non si nascondeva così, questa città. talmente tanti che nemmeno ricordi quand'è stata l'ultima volta che il cielo se l'è inghiottita in questo modo.




è che abbiamo bisogno dell'ignoto di un posto familiare per svanirci dentro, ogni tanto...


e questa è la milano che m'ingoia, principessa della paranoia

[©  casino royale]

10 commenti:

  1. Quanto è necessaria, a volte, la nebbia?

    RispondiElimina
  2. ma bellissimo questo post!!
    una poesia! :)

    RispondiElimina
  3. Hai saputo far apprezzare la tua nebbia, kappa, anche a me che vengo dalla terra "do' sole"...

    Ogni posto è un mistero meraviglioso, se ci si sente a casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ogni casa è un mistero meraviglioso. già. ;-)

      Elimina
  4. Ogni tanto vengo qui e sbircio..e tu niente non cambi. Come quelle belle cose che sanno di abitudini buone. Come tornare a casa e stare finalmente comodi. Ciao K.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao mgg.
      il K è una certezza della vita ;-)

      Elimina
  5. A Roma, quando capita la nebbia, ma quella a tocchi veri - rarissimo -, si resta a bocca aperta e cuore pulsante. Come se ti avessero lanciato in un altro mondo, e tu torni bimbo, a giocare a rimpiattino con gli occhi pieni di meraviglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la nebbia a roma. il fascino dell'ignoto. :-D

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.