domenica 6 aprile 2014

SOMETHING IN THE NIGHT

la poesia esiste. e quando meno te lo aspetti. svoltando un angolo buio e isolato sotto i grattacieli vuoti delle due di notte. il silenzio interrotto da una vecchia musica tradizionale. e coppie che ballano nell'angolo buio e isolato sotto i grattacieli vuoti. come fossero lì da sempre. come non ci siano mai state. come non ci fossero neppure ora.


18 commenti:

  1. Risposte
    1. in angolo buio e isolato sotto i grattacieli vuoti...
      più preciso? in gae aulenti, dietro red.

      Elimina
  2. La vera poesia è quella nascosta. e qui ce n'è davvero tanta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì. strana sghemba buffa poesia, sì.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa risposta è stata eliminata dall'autore.

      :-D

      Elimina
  4. svoltare e trovare questo? ma che meraviglia, k!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. svoltare e trovare questo, sì.
      la meraviglia, sì.

      Elimina
  5. e stupirsi che tutto ciò sia ancora possibile

    RispondiElimina
  6. E ci vuole poco a creare poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte quasi un nulla. a volte l'inaspettato. minuscolo, e assoluto.

      Elimina
  7. Cosettine che ti fanno smettere di pensare coi soliti parametri, e rimettono in moto vecchi sorrisi che non trovavi da un sacco di tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, il piccolo inaspettato, che risveglia la meraviglia....

      Elimina
  8. Tango argentino? Non so perchè, ma le tue parole associate a questa immagine, mi hanno fatto pensare che quelle coppie sotto i grattacieli ballassero uno struggente tango argentino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse anche. in quel momento qualcosa di semplice e tradizionale.

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.