sabato 8 giugno 2013

DETTO DA P.N.

"perché poi dopo, alla fine, le cose che ti succedono, cioè secondo me ci son delle volte che qualsiasi cosa andrebbe bene, e ci son delle volte che non andrebbe bene niente.
e non sono le cose, sono le volte. 
le cose son sempre le cose, oppure non le sono mai, dipende dalle volte, secondo me. ma non sono sicuro."


Più riguardo a La banda del formaggio


16 commenti:

  1. com'è?
    finito?
    dimmi che mi interessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah... paolonori ma senza learcoferrari :-/

      Elimina
  2. Risposte
    1. sarà per quello che mi piace, dici? :-P

      Elimina
  3. Anche io, alle volte, non ne sono sicura!,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che le volte, io, cioé, secondo me, che le volte che io secondo me, neppure. credo.
      :-)

      Elimina
  4. Le cose sono cose. Non mutabili.
    La variabilità sta nelle volte, che dipendono dalla soggettività di ciascuno. Che varia a seconda dei propri periodi.
    Per questo una stessa identica cosa, una volta va bene e un'altra no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ricicli nel ramo "sottotitoli"? :-)

      Elimina
    2. Perchè no?
      Mai precludersi nulla...chissà che non trovi la mia strada!
      E già che ci sono perchè limitarmi ai sotto-titoli?
      I titoli li voglio tutti per me! :D

      Elimina
    3. la solita modesta.... :-P

      Elimina
  5. Che bella questa cosa Kov. Bella bella.
    Baci
    e Jovanotti però dai eccheDDiamine dai :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma te ormai sei persa nelle tue serenate che ti importa di saltare e ballare e sfinirti, a te
      :-p

      Elimina
    2. Io sono fatta di tante cose Kov, sei tu che sei fissato co' sta storia. Io salto ballo e mi sfinisco anche quando non mi sfinisco tra un aeroporto e l'altro. Ma non mi sfinisco con Jovanotti che mi sfinisce i gioiellini :)))
      Kov ho letto di Rimini...ahahahah... stella tu !!
      baci.

      Elimina
    3. Cosa non si fa per far sorridere le lettrici qui :-)

      Elimina

occhio. ché il K ti legge. e risponde, anche.