sabato 2 gennaio 2021

DETTO DA I.

"sin da bambino avevo cominciato a vivere esistenze altrui, quasi che la mia, da sola, non mi bastasse. era questo, per me, leggere: indossare gli abiti di qualcun altro, e vivere in universi sconosciuti. ed era l'incanto."

venerdì 1 gennaio 2021

DEL 2020 DEL K

2020luoghi
victoria, australia    3 cime     valpolicella     milano, milano, milano (thanks to fucking lockdowns)


2020suoni


2020parole
i.asano: reiraku - la caduta     j.l.borges: finzioni      j.l.borges: il manoscritto di brodie      a.camus: la peste    a.camus: la morte felice     a.camus: caligola    l.f.céline: nord     d.clowes: ghost world     p.drieu la rochelle: una donna alla finestra     d.drndic: trieste    m.enard: bussola     n.gaiman p.c.russell, s.hampton: american gods (vol 1-3)     g.genna: reality, cosa è successo     gipi: unastoria     m.haruki: l'assassinio del commendatore     m.larcenet: lo scontro quotidiano     j.liao: l'arcobaleno del tempo     s.menetti: pregnancy comic journal     m.missiroli: fedeltà     moore, gaiman, vari: miracleman (libri i-iv)     a.nakamura: utsubora, the story of a novelist     t.g.natter: gustav klimt, tutti i dipinti     f.risuleo, a.pronostico: sniff     g.sapienza: l'arte della gioia     j.shiga: demon (vol.1-4)     b.yoshimoto: il dolce domani     c.ware: rusty brown     p.zanotti: il testamento disney    (taschen): peter beard


2020immagini


(e l'arrivo di E e i 18 di B, e il nuovo ruolo e la nuova decina, e no, non è stato solo lockdown e distanze e essere bloccati, questo 2020)

venerdì 25 dicembre 2020

A NATALE PUOI

e il vuoto assoluto della sera di natale, mentre sei lì a fare power walking al parco. il vuoto di una città chiusa nelle case...

lunedì 21 dicembre 2020

SATURNO A FAVORE, MA IL CIELO CONTRO

perché quella volta ogni ottocentoerotti anni che c'è la congiunzione di giove e saturno, ovviamente il cielo è coperto come fosse dipinto di nuvole.


e "ohrabbia", per dirla con le parole di winnie pooh. e perché dio lo pensi molto ma non lo scrivi oraadessoqui. 

martedì 1 dicembre 2020

LE MANI ED E.

famelica, sei famelica nel modo in cui cerchi di inghiottire la mano, una delle due, qualsiasi, di solito la destra ma a volte la sinistra, sei famelica, nell'inglobarla nella bocca, ed è il tuo modo silenzioso di comunicare "faaaaaaameeeeeee" senza urla, senza strepiti, semplicemente ti inglobi la mano e silenziosamente gestisci la tua fame. tutto da sola. grandiosa.

sabato 14 novembre 2020

NOVEMBER GREY

che aprile sarà anche il più crudele, che se lo diceva quel tale che ne sa certo più di te, e anche un bel po', che insomma mica puoi metterti a disquisire con lui, no?, e beh se lo dice lui che aprile è il più crudele allora non puoi altro che credergli, anche se tu tutta 'sta crudeltà in aprile non è che l'hai mai vista, a dire il vero, ma appunto lo dice lui e allora gli credi ti fidi e ok, ma detto di aprile, crudele, sei però certo che il mese più triste&noioso sia novembre, il maledetto novembre della luce che svanisce troppo presto, del grigio sempre grigio, del mondo che sembra svuotarsi, scolorarsi e spegnersi di consunzione.
aprile crudele, ma perdio che due palle novembre. 

giovedì 5 novembre 2020

lunedì 2 novembre 2020

IN THE AIR TONIGHT

sa di notte e sa di foglie marcescenti, sa di dolce e d'umidità e di qualcosa che ti aderisce addosso e resta attaccato nei capelli e sul tessuto del giubbotto, sa di quando hai vent'anni e torni a casa di notte a finestrino abbassato a respirare il freddo e la città e la notte e la sequenza dei palazzi che passano in prospettive lattigginose, sa di quando l'autunno scivola in inverno e a "a notte la nebbia ti dice d'un fiato che il dio dell'inverno è arrivato", sa del tempo che passa e che torna ciclicamente e ti ritrova sempre lì, di notte, a respirare umidità dolce e di autunno che diventa inverno e della città che svanisce nell'odore che respiri nell'aria ad ogni respiro. 



[® guccini]